Ogni Giorno un Piacere d'Oro

Ecco come affrontare il “Back to school”!

thumbnail articolo backtoschool

Dopo una lunga estate di riposo, relax e spensieratezza tornare tra i banchi di scuola è davvero dura! Come affrontare questo momento al meglio senza cali di attenzione e crolli di nervi? Ci dà qualche suggerimento Assolatte!

  1. Lo yogurt a merenda Secondo un articolo di Assolatte, i bambini che mangiano yogurt almeno una volta alla settimana mostrano abitudini alimentari complessive più sane e sono più fisicamente attivi. Inoltre, contribuisce a mantenerli leggeri e dunque a tenere una soglia dell’attenzione più alta.
  2. Più latticini nell’alimentazione I latticini sono tra gli alimenti più ricchi di vitamina del gruppo B, che il corpo utilizza per trasformare correttamente il cibo in energia. Attraverso questi nutrienti, gli alimenti vengono metabolizzati più facilmente e trasformati in energia, cioè nel vero e proprio carburante dell’organismo! Come dice Assolatte: “le vitamine del gruppo B, pur non fornendo calorie, sono spesso chiamate vitamine energetiche”, proprio perché sono fondamentali per l’ottenimento delle energie necessarie a portare a compimento tutte le nostre attività.
  3. Abbinare frutta e latticini Secondo lo studio di Assolatte, i latticini in combinazione con la frutta potrebbero essere addirittura un elemento discriminante tra una carriera scolastica “normale” e una “brillante”. Il Western Australian Pregnacy Cohort Study ha rivelato proprio che una dieta ottimale, che comprende anche questa combinazione di alimenti, seguita nei primi anni di età può essere capace di impattare anche sul successo scolastico e accademico degli anni successivi, in particolare in materie come lettura, ortografia, matematica e scrittura.

Dunque frutta e latticini non sono solo una merenda sana ma anche estremamente salutare. A tutto questo bisogna aggiungere una grande forza di volontà che i nostri giovani dimostrano sempre ogni anno sui banchi! Che altro aggiungere se non… buon inizio d’anno scolastico a tutti!

About the Author